indietroavantihome

artista
mostre
contatti

grafiche
oli su tela
    spazio
mostre1  

Vi ho trovato tanto Carso! Quel mutevole Carso che ci affascina in ogni stagione dell’anno con sua spalancata e spoglia desolazione d’inverno, con il suo mite e gioioso risveglio primaverile, con la sorprendente esplosione estiva dei suoi verdi, con le fiamme tenaci e disperate del sommaco nel declinare dell’autunno.
È un paesaggio che più di ogni altro riesce a legare il suo pathos con il nostro stato d’animo e perciò lo sentiamo parte viva della nostra umanità...
Le sue opere sono perciò colloqui traboccanti d’affetto con questo singolare paesaggio nostro e con quelle antiche sue case, rannicchiate a difendersi dall’ira gelida del vento; case che in nessun altro sito - da quanto ho visto al mondo - rivelano di essere non solo dimore ma più ancora rifugio dell’uomo.

Vladimiro Miletti dopo la visita allo studio dell’artista (1974)

 

1957 Trieste • Sala Comunale d’Arte
mostra personale presentata da Cesare Sofianopulo

1962 Trieste • Bar Moncenisio
mostra personale

1966 Roma • Galleria del Vantaggio
mostra personale presentata da Giulio Montenero

1967 Trieste • Galleria la Bora
mostra personale presentata da Alberto Spaini

1967 Milano • Galleria Pater
mostra personale presentata da Biagio Marin

1968 Trieste • Sala Comunale d’Arte
mostra personale

1968 Roma • Palazzo delle Esposizioni
mostra degli artisti giuliani

1968 Muggia (Trieste) • Galleria lo Squero
mostra con Aldo Bressanutti e Giovanni Duiz

1969 Trieste • Galleria Torbandena
collettiva nazionale

1969 Firenze • Galleria Lo Sprone
mostra personale presentata da Piero Bargellini

1969 Trieste • Galleria Barisi
mostra con Federico Righi e Luigi Spacal

spazio    
    destra